Una soluzione per salvare il nostro paese?

Salve a tutti, oggi volevo mettere in risalto una serie di argomentazioni riguardo la situazione in Italia in particolar modo della “nostra crisi” e della nostra reale situazione nei confronti degli altri paesi esteri. Iniziamo con il citare una notizia di giorno 4 che mi ha lasciato un po’ stupito per vari motivi che spiegherò dopo:

Acquista una pagina sul Corriere: «Italiani, compriamoci il debito!»
L’appello a pagamento di un cinquantenne di Pistoia: «Acquistare Btp e Bot l’unico modo per tornare grandi»

MILANO – Giuliano Melani è un cittadino italiano, un cinquantenne di Pistoia che la politica ha provato a frequentarla qualche anno fa animando, nella sua città, una lista civica e di finanza di occupa per lavoro nella sua agenzia di leasing. Giuliano ha pagato di tasca sua un’ intera pagina del Corriere della Sera per rivolgere un appello agli italiani: «Concittadini amici e fratelli, compriamoci il debito!» . Come? «Sottoscrivendo i nostri titoli di Stato». Perchè? «Per uscire dalla crisi, per non svendere il Paese, per fare a meno del governo e dell’Europa» sostiene lui che racconta di credere talmente a fondo in questa iniziativa da aver sfidato, tra le altre cose, l’ ironia del figlio ventenne che ha (affettuosamente) cercato di evitargli la spesa, l’esposizione mediatica o forse una delusione. [FONTE: IL CORRIERE]

La sua idea che se tutti gli italiani debbano i BTP e CCT e alla fine il debito italiano risulta tutto in mano italiana è ottima, perchè dopo puoi fare come i giapponesi, i quali possiedono il 99% del debito pubblico giapponese e se ne fregano dei mercati finanziari. Ma va attuata in un modo diverso a parer mio. Sono molto in accordo con la risposta data da un lettore di comedonchisciotte.org che riporto:
Il problema è che i giapponesi sono nazionalisti e patriottici, le istituzioni giapponesi rispondono al governo e più o meno tutti fanno quadrato. I risparmiatori giapponesi da quasi vent’anni ricevono un rendimento dei titoli di stato intorno all’1% quando va bene, la borsa è del -70% sotto i massimi del 1990 e gli immobili sono ancora depressi e molto sotto i valori di 20 anni fa. In pratica in Giappone è difficile è difficile guadagnare con la RENDITA che sia immobiliare o finanziaria perchè gli investimenti che siano in immobili, titoli di stato e azioni rendono in media zero quando va bene (in media fanno perdere). In compenso l’inflazione è quasi zero e c’è più uguaglianza di reddito .In Giappone gli stranieri non hanno mai comprato il loro debito in pratica, perchè rendeva sempre troppo poco come cedole (in realtà dato che lo Yen sale sempre era un ottima idea…) e i giapponesi avendo molti risparmi li dovevano mettere da qualche parte anche a rendimenti bassi
In Italia gli stranieri hanno già 900 miliardi di titoli di stato in mano e sono quasi tutti fondi e istituzioni o hedge fund. Questa è la gente che butta giù i BTP e chiede un 5.2% per tenerli fino al 2013 e un 6.3% per tenerli fino al 2021. E’ difficile tornare indietro. Teoricamente se milioni di italiani si mettessero a comprare 20 o 30mila BTP a testa in 6-7 anni riassorbi tutti i titoli di stato in mano a stranieri, ma ovviamente al massimo hai un momento iniziale (se va bene) di entusiasmo e poi ce ne dimentica… Dovresti farlo con la forza dello stato in ogni caso. Inoltre, se ci pensi bene, è sbagliato logicamente, una volta che hai deciso di non farti finanziare più dall’estero, farli comprare agli italiani AI PREZZI ATTUALI. Perchè cavolo devi regalare miliardi ad interessi finanziari esteri se poi ritiri il tuo debito pubblico dai mercati finanziari globali e quindi non te ne frega più niente del “rating dell’Italia” e di quello che pensano di te e dei BTP a New York o Singapore ?
Come giustamente indica il sig. Melani, la soluzione è togliere il tuo debito pubblico dalle mani degli stranieri, in modo da non passare la tua vita a pagare tasse per pagare interessi da usuraio alla rendita finanziaria internazionale. Ma lo fai in modo diverso… se hai deciso di fare a meno degli stranieri per finanziarti perchè hai abbastanza ricchezza interna i BTP glieli compri, ma detti tu i prezzi e le condizioni… prendere o lasciare… non abbiamo voglia di pagarti un 6% l’anno per altri 10 anni, ma siete matti ? Secondo voi lavoriamo ora per dieci anni per pagarvi un 6% su un investimento sicuro ? Lo stato italiano vi pagherà un 1%, come quello giapponese, e ringraziate che ti ripaghiamo il capitale intero alla fine…. Il “Mercato Finanziario” si scatenerà contro l’Italia ? Se svalutiamo perdete il -30% sui vostri BTP quindi state buoni. Ma se ci ricompriamo tutti i titoli di stato noi poi che ce importa, non saremo più sul mercato e dovranno sfogarsi su qualche altro paese ?… [fonte]
Se credete che comprare i titoli sia un’azione che salvi il nostro governo non riuscite a vedere qual’è la realtà dei fatti ad oggi. La nostra crisi, al di là delle fandonie dei nostri politici che con frasi come “la crisi non esiste, i ristoranti sono pieni” credono di aver risolto la situazione, ad oggi è stata misurata per arrivare a determinati scopi ben precisi, pensate che non ci abbiano pensato a una simile eventualità? È ovvio che siamo in mezzo a una situazione che non possiamo risolvere con le nostre mani poiché non c’è lo permetteranno, sarebbe una soluzione che ci farebbe andare fuori dalle grinfie del piano del NWO e ovviamente non lo permetteranno poiché un paese come il nostro (che ha un’ottima posizione strategica sul medio-oriente e sul nord africa) è una pedina di valore che non va persa poiché la loro scacchiera è messa in piedi su una strategia ben definita dove anche noi abbiamo uno scopo. Al di là del fatto che la crisi che abbiamo nel nostro paese non ci permette di fare ciò che lui dice per il semplice fatto che non abbiamo i soldi per acquistare i titoli, per quanto siano bassi, poiché abbiamo un tasso di disoccupazione così alto e un dislivello di ricchezza che la maggior parte delle persone che guadagna 1000€ al mese, a stento arriva a fine mese, figuriamoci se riesce a comprare titoli di stato. La verità è che la nostra situazione non si aggiusta in questo modo, abbiamo una banca che stampa il nostro denaro che non è Italiana, avremmo sempre debiti verso di essa e finiremo con il distruggere in maniera definitiva la nostra economia interna e soprattutto estera.
Detto questo volevo sottolineare un movimento che sta nascendo da un paio di mesi a New York che in tv ovviamente non viene minimamente sottolineato, loro stanno occupando la piazza tra Ground Zero (provocato dal nwo) e Wall Street:
Come sempre potrei sbagliarmi, ma cose come acquistare titoli di stato e continuare a fare il loro gioco non faranno la differenza, la crisi va risolta insieme contro chi comanda il mondo economico e finanziario che ha voluto questa crisi per creare la moneta unica e tenerci tutti sotto il controllo economico, l’unico modo è far svegliare la gente, organizzarsi e cambiare le cose davvero con azioni da parte di tutti, non solo di pochi, poiché se tutti ci muoviamo riusciremmo a fare la differenza.
Un abbraccio.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...