Con la crisi il 99% ha scoperto di essere povero

See on Scoop.itIO NON MI ARRENDO

La disuguaglianza di reddito sta entrando nel dibattito pubblico a livello mondiale. Da il famoso slogan di Occupy Wall Street su 99% dei cittadini in opposizione all’1% dei più ricchi, all’allarme lanciato da Mario Draghi. Il presidente della Bce, durante la sua lectio magistralis del 6 maggio all’Università Luiss ha detto: «Da quasi vent’anni è in atto una tendenza alla concentrazione dei redditi delle famiglie che penalizza i più deboli». Draghi ha sottolineato che una più equa partecipazione alla ricchezza nazionale aumenta la coesione sociale e, incentivando comportamenti economici individuali, conduce «al successo economico».

Per far fronte al tema della disuguaglianza di reddito, sono stati pensati e approvati diversi provvedimenti. In Francia il presidente François Hollande ha voluto approvare una legge che portasse al 75 per cento l’aliquota sui redditi superiori a un milione di euro.Quello che era uno dei capisaldi dell’azione del suo governo socialista è stato annullato dalla Corte Costituzionale in quanto non si sarebbe applicata a tutto il nucleo familiare, come le altre tasse, ma ai singoli redditi. In Spagna e in Portogallo, i programmi di austerità prevedono alcuni misure volte ad aumentare la pressione fiscale per i più abbienti. Anche negli Stati Uniti, durante le elezioni presidenziali, si è molto discusso se aumentare le tasse per i redditi più alti. Non solo: nei paesi in via di sviluppo, come India e Cina, sono state poste serie critiche ai governi per non aver fatto abbastanza per ridurre la disuguaglianza sociale.

Sebbene la disuguaglianza sia comparsa nelle agende politiche solo negli ultimi anni, la disparità di reddito all’interno di molti paesi è in fortissima crescita dagli anni Ottanta. Il grafico mostra la variazione della disuguaglianza tra il 1980 e il 2010, il numero di miliardari e la dimensione del loro patrimonio, espressa come percentuale del Pil del paese. La disuguaglianza è aumentata in molti paesi tra cui Regno Unito, Canada, Cina, India e persino l’egalitaria Svezia.

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/percezione-disuguaglianza#ixzz2SuuFn2ak

See on www.linkiesta.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...